Cerca
  • Alessandro Mariotti Osteopata

Dolore cronico: come aiutare il paziente con una problematica a lungo decorso


Soffri di un dolore cronico? il dolore cronico è un fenomeno estremamente complesso e diffuso: pensate che circa 1 adulto su 10 soffre di dolore cronico di natura muscolo-scheletrica.


Si può definire “cronico” quel paziente che convive da tempo con una o più patologie che richiedono un trattamento continuo, patologie che non sono destinate a guarire ma permettono comunque una buona qualità di vita se tenute sotto controllo tramite visite ed esami.


Gli obiettivi di cura nei pazienti con cronicità, non potendo essere rivolti alla guarigione, sono finalizzati al miglioramento del quadro clinico e dello stato funzionale, alla minimizzazione della sintomatologia, alla prevenzione della disabilità e al miglioramento della qualità di vita.


Il trattamento osteopatico viene utilizzato per trattare molte patologie croniche: da quelle che associamo più spesso alla figura dell’osteopata (come mal di schiena duraturo, colpi di frusta e mal di testa ricorrenti) fino ad arrivare a problematiche come il reflusso gastroesofageo, l’emicrania e patologie reumatologiche come la fibromialgia.

Post recenti

Mostra tutti

Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa, ad evoluzione lenta ma progressiva, che coinvolge, principalmente, alcune funzioni quali il controllo dei movimenti e dell’equilibrio. In Italia si stima

“L'obiettivo del medico deve essere quello di trovare la salute. Tutti sono capaci di trovare la malattia” Inizio questo post con una citazione del Padre Fondatore dell’osteopatia, Andrew Taylor Still