CARATTERISTICHE DEL TRATTAMENTO OSTEOPATICO

GLOBALE

Il trattamento osteopatico è un approccio olistico, ovvero tratta il corpo del paziente nella sua totalità.

PERSONALIZZATO

Le tecniche utilizzate su ogni paziente sono specifiche per la problematica e il tipo di soggetto. Ad esempio una persona anziana con osteoporosi verrà manipolata in modo completamente diverso rispetto ad un atleta.

MIRATO ALLA CAUSA 

Non vi stupite se per trattare un dolore alla spalla valuto anche la cervicale perchè l'osteopata ricerca la CAUSA del problema che spesso non si trova solo nella stessa area del sintomo

VERSATILE

Il trattamento può essere utile in diverse  problematiche, non solo muscolo-scheletriche, ma ad esempio anche per disturbi di tipo viscerali.

MANUALE

L'osteopata utilizzata quasi esclusivamente le sue mani, in modo tale che il trattamento sia sempre regolato e controllato dall'operatore anche a seconda dell'esigenze del paziente.

NON INVASIVO

Il trattamento rispetta sempre i tessuti del paziente e può avvalersi di tecniche dolci e non impattanti sul sistema corpo della persona

ASSISTENZA CONTINUA

Dopo aver dato ai miei pazienti esercizi e consigli dopo il trattamento, dò loro la possibilità di scrivermi in ogni momento per qualsiasi dubbio sui nuovi sintomi e sugli esercizi dati, per capire insieme quale strategia utilizzare per gestire al meglio la problematica.  Ritengo questo servizio fondamentale per assicurare ai miei pazienti salute e benessere duraturi.

20210130_151420_edited.jpg

LE TECNICHE OSTEOPATICHE

L’osteopata non è colui che aggiusta le ossa, ma ha come obbiettivo del suo trattamento molte più strutture del corpo quali: scheletriche, muscolari, fasciali, articolari e le relative parti linfatiche, vascolari e neurali. Il modus operandi dell’osteopata racchiude 4 grandi approcci

Approccio Strutturale

Comprende tecniche che contattano direttamente la struttura biomeccanica del corpo, possono essere molto rapide e specifiche come ad esempio i thrust (le tecniche che provocano un suono articolare), per favorire il recupero della mobilità articolare e a correggerne la disfunzione.

Scopri di più

Approccio Viscerale

Ogni organo è rivestito da un tessuto fasciale che può essere influenzato dall’osteopata. Sia direttamente che indirettamente. Le tensioni viscerali possono essere modificate indirettamente agendo sui tessuti limitrofi agli organi e sui muscoli che attraversano la cavità viscerale e hanno rapporti stretti con i vari visceri. Queste tecniche aiutano l’organo in disfunzione a ritrovare la sua fisiologia e le tensioni saranno cosi corrette.

Scopri di più

Approccio Mio fasciale

Questo approccio ha come obbiettivo una tessuto specifico del corpo ovvero la fascia. Il tessuto fasciale circonda tutto il nostro corpo e comprende legamenti, muscoli, membrane e ossa. Le tecniche fasciali hanno il compito di intervenire su questo tessuto e riequilibrare il suo corretto funzionamento.

Scopri di più

Approccio Cranio Sacrale

Questo approccio si basa su tecniche suturali delle ossa cranica, la connessione tra il cranio e l’osso sacro e la parti legamentose, durali e liquorali annesse a queste strutture. L’obbiettivo è ristabilire il normale “meccanismo respiratorio primario”, ossia il movimento impercettibile del cranio migliorando il ritmo del movimento e la densità tessutale della zona.

Scopri di più